Come sapere se dovrei essere un matematico

Ho un patto segreto con me stesso, per non rispondere a qualsiasi domanda che abbia “dovrebbe” in esso. “Dovrebbe” in che senso? Come in, saresti il ​​più felice in questo modo? Renderebbe felici i tuoi amici e la tua famiglia? Vivresti nel modo più confortevole possibile? Dovrebbe essere una preoccupazione? Non dovrebbe? Le persone dovrebbero perseguire la loro passione o una carriera pratica? Quali sono le meta-regole che ci governano che ci dicono cosa dovremmo “fare”?

Non so che nessuna di queste domande abbia una risposta ragionevole. La mia esperienza di vita personale mi ha insegnato che le persone alla fine fanno ciò che amano fare, e scegliere altrimenti porta a una buona vita con un desiderio lievemente assillante per un altro, o a tragici risultati, o ovunque tra questi estremi.

In particolare per l’OP: perché sei uno studente di ingegneria? Perché ti entusiasma o perché è la strada più ragionevole per un’alta occupabilità con buoni benefici? Se stai ponendo la domanda, ho la sensazione che tu non senta lo stesso bisogno di imparare l’ingegneria come fai matematica.

In tal caso, il mio voto personale sarebbe studiare più matematica, ottenere un dottorato di ricerca. e vedi come ti senti allora. Forse ti piacerà la ricerca, forse no. Forse ti sarà facile costruire una carriera totalmente diversa da un dottorato in matematica. Chissà. Ma chiaramente hai una passione per la matematica e non credo sia una grande idea ignorare quella spinta.

La buona notizia è che, sempre nella mia esperienza personale, non è troppo difficile canalizzare un dottorato in matematica. in molte carriere diverse, non necessariamente solo un matematico di ricerca. Quindi per ora, se te lo puoi permettere (il che potrebbe non essere il caso), ti suggerirei di provare a iscriverti a un corso di laurea in matematica e divertirti per qualche anno. Imparerai molto su te stesso mentre lo fai, ed è una scommessa ragionevolmente buona dato quel poco che so di te.

* A2A

Prima di tutto, sono la persona sbagliata da chiedere. Non sono né un matematico né un fisico. Sono come qualsiasi altra persona a caso che cammina ogni giorno sulla faccia di questa terra. Inoltre, non so se la domanda debba essere formulata come “Dovrei essere un matematico”, forse un “potrebbe essere” sarebbe meglio.

  • Mi piace la matematica, la logica e il rigore. Teoremi, prove, tutto al riguardo.
  • Solo perché mi piace la matematica non significa che posso fare tutto ciò che mi viene incontro.
  • Risolvo problemi durante il giorno, principalmente per divertimento e in parte per provvedere a me stesso. Sento che senza risolvere almeno un paio di problemi in un giorno, sono bravo come morto.
  • La teoria matematica diventa più difficile man mano che approfondiamo le sue radici. I corsi di analisi matematica sono un po ‘difficili per me da capire, anche se ci provo. Il punto è che sono sempre stati difficili da ottenere per me, ma non mi sono arreso. La natura persistente può fare miracoli a volte e negli ultimi anni sono stato in grado di superare alcune delle mie debolezze. Fai lo stesso?
  • Non sono mai soddisfatto delle soluzioni che scrivo, perché penso sempre “Forse avrei potuto fare molto meglio di così, forse ci sono altri modi, modi più semplici per risolverlo”. Questo è il motivo per cui continuo a disturbare alcune persone a criticare il mio lavoro. È lo stesso per te? Inoltre, ti piace lavorare da solo se nessuno è lì per aiutarti?
  • Ogni volta che non riesco a risolvere qualcosa, lo lascio per il momento e passo al problema successivo. Se voglio davvero risolvere quel problema, ci tornerò anche se è dopo un anno. Forse a quel punto avrò abbastanza conoscenza per almeno pensarci nella giusta direzione. Ancora una volta, questa è la natura persistente che ho sviluppato. Hai una forza di volontà simile?
  • Mi piace giocare con i numeri. Ed è per questo che mi diverto molto a leggere su qualsiasi teoria su come funzionano nel mondo reale che ci circonda. Ti piacciono anche i numeri?
  • “Sono uno studente di ingegneria al secondo anno, ma mi sento davvero come se la matematica a livello di laurea è il mio posto. Trascorro molto del mio tempo libero esplorando la teoria dei numeri e l’analisi complessa. ”- Passavo molto tempo ad analisi complesse, perché ho faticato a capirlo. Ancora una volta, in parte a causa dell’interesse e in parte per aver superato il corso.

Di recente ho chiesto a qualcuno: “Chi consideri matematici?”

Egli rispose: “Chiunque sia matematicamente maturo, è un matematico”.

Se do le sue parole per scontate, allora posso fare alcuni problemi molto facilmente. Sono un matematico? Dovrei essere un matematico? Per essere precisi, potrei diventarlo?

Mi chiedevo sempre, tutti i matematici possono risolvere qualsiasi problema che viene loro lanciato? Poi ho trovato una risposta su Quora, “Alcune persone possono risolvere alcuni problemi di matematica in un istante”. Ciò significa che ci sono sempre molte persone che possono risolvere molti problemi a condizione che vengano presentati con quelli che si trovano nelle immediate vicinanze del loro dominio di lavoro.

Posso avere un mio parere se unisco i loro pensieri?


Se ti piace dedicare tutta la tua vita alla matematica, solo allora dovresti diventare un matematico. Ma ricorda, la probabilità impone che la nostra mente cambi in un istante a seconda di molti fattori. Vai avanti con la matematica solo se pensi di avere ciò che serve per essere abbagliato dalla sua bellezza. Perché sarà qualcosa che non avresti mai pensato esistesse intorno a te, e forse i tuoi occhi saranno fissi sulla sua bellezza per sempre.

Penso che ci siano fondamentalmente due tipi di persone che studiano la matematica.

Lo scienziato (specialmente il fisico) e l’ingegnere, che usano sempre la matematica, ma in realtà non “creano” nulla di nuovo in matematica.

E il matematico,

che ha iniziato come scienziato o ingegnere, fino a quando non ha scoperto di avere la capacità di creare qualcosa di nuovo – forse anche se non altro che un “nuovo modo di insegnare la matematica” – in matematica.

O che ha iniziato come qualcuno che deve chiaramente compensare la sua maggiore capacità innata e il suo innato interesse per la matematica con una sorta di “disabilità mentale”.

Questo rende una risposta molto facile per te.

Studia la matematica di cui hai bisogno per la scienza o l’ingegneria, e se scopri di essere interessato alla matematica o anche di più rispetto alle altre materie, aumenta il numero di corsi di matematica che segui e diminuisci il numero di altri corsi.

Fino a quando non raggiungi il punto in cui trovi che gli altri corsi sono significativamente più facili, o più interessanti in un “senso pratico”, rispetto ai corsi di matematica.

Quindi dovresti iniziare a porsi la domanda pratica di quale lavoro vuoi fare, una volta laureato.

C’è un punto nel progresso accademico del “matematico normale” in cui NON gli piacerà il modo in cui il suo cervello fa male quando pensa troppo a “risolvere un problema”, a meno che non possa essere pagato per questo.

Sebbene ci siano posti di lavoro molto ben retribuiti per buoni matematici, come quelli che calcolano le “tendenze” e le “strategie” finanziarie.

Oppure, se scopri di essere interessato alla matematica e ti piace la matematica, ma non quello interessato alla scienza e all’ingegneria, prima chiediti se ti piace l’aspetto “artistico” della matematica.

Come ad esempio musica o grafica. Se è così, continua a studiare la matematica, ma incoraggia anche quell’aspetto artistico in te stesso, perché quando il tuo cervello inizia a soffrire pensando troppo.

Io stesso posso apprezzare molto meglio la matematica in fisica dopo aver esplorato la matematica su scala cromatica trovata in un pianoforte. Sebbene l’impressione che ottengo da molti matematici sia che preferiscono (parafrasando Albert Einstein) “analizzare una sinfonia” invece di apprezzarla per quello che è.

Trovo che molto spesso l’atto di creare “schemi” nella musica può lenire un cervello che fa male a concentrarsi troppo su un “obiettivo”.

Ma se ti piace davvero la SFIDA di spingerti a “risolvere il problema”, con l’esclusione di tutto ciò che altrimenti potresti goderti

è probabile che sarai un ottimo matematico che noi “persone normali” apprezzeremo

anche se ci consoliamo con l’idea che abbiamo rinunciato alla matematica superiore perché era così noioso, che solo a un “difetto mentale” sarebbe piaciuto

e non solo perché stava diventando davvero troppo difficile fare senza avere una sorta di ricompensa finanziaria per questo

e non solo il “brivido della scoperta e dell’invenzione” che noi semplici mortali riceviamo dalla scienza, dall’ingegneria e dall’arte.

Qualcos’altro che dovrei dirti, che potrebbe aiutare.

Finora nei tuoi studi hai mai imparato qualcosa che all’inizio non hai capito, ma poi hai capito molto meglio di quanto ti è stato insegnato?

Penso che definirebbe il tipo di “matematico” che sarei.

Mentre imparavo di più in altre materie, mi sono reso conto che le materie che mi piacevano di più erano quelle in cui “ho imparato a imparare”.

In altre parole, nonostante abbia un QI molto elevato, non sono così “intelligente”. Almeno non “intelligente” come il “matematico puro” – perché “l’intelligenza” riguarda davvero la capacità di “imparare a imparare”.

E ho scoperto che in matematica, a differenza di altre materie, in realtà non è stato più facile da imparare, più ho imparato. Tutto quello che ho davvero guadagnato, alla fine del mio ultimo corso di matematica, è stata una “raccolta aggiuntiva di strumenti matematici”.

Perfettamente adatto all’uso, ma nessun aiuto nell’ottenere nuovi strumenti o nel vedere come potrei costruire i miei strumenti.

Quindi, se scopri che più impari sulla matematica, più facile è trovare la matematica da imparare, allora dovresti essere un matematico.

L’unica ragione per essere un matematico è perché desideri trascorrere il resto della tua vita ai confini della ricerca matematica e sei disposto a fare i molti sacrifici che ne derivano. Non dovresti semplicemente goderti la matematica, ma amarla davvero con passione, nella misura in cui il pensiero di rinunciarvi, di non rifarlo quasi mai, dovrebbe spaventarvi.

Questo criterio è perfetto? No, e non pretendo diversamente. Tuttavia, è per lo più accurato . Il talento può essere coltivato. Il materiale soggetto può essere appreso. La risoluzione dei problemi può essere padroneggiata con la pratica. Ma una passione del tipo che non sopporta la separazione: è qualcosa che deve essere essenziale per il rapporto di un ricercatore con la sua materia. Ce l’hai? Quindi dovresti essere un matematico. Ti piace semplicemente la matematica, ma non sei disposto a sacrificarti per questo? Quindi, no, essere un matematico non è una buona idea.

Gestisci questo test a te stesso onestamente, perché ti conosci meglio o almeno molto meglio di noi come completi sconosciuti su Internet. Non illuderti.

Parlerò per esperienza personale.

Non ero sicuro di voler diventare un matematico o meno per molto tempo. Avevo / ho un profondo amore per la fisica, ma ho anche adorato la matematica.

Tutto è diventato molto chiaro per me quando ho iniziato a prendere una lezione di analisi reale dai Principi di analisi matematica di Rudin all’inizio del mio anno di college. Si è scoperto che odiavo il corso. Non l’ho trovato molto applicabile e non mi è sembrato adatto al mio modo di pensare alla matematica che era molto più simile a come un fisico pensa alla matematica – costruendo esempi e ottenendo intuizione dal calcolo piuttosto che dalle prove.

Penso che sia molto difficile dire se dovresti essere un matematico o meno fino a quando non raggiungerai un serio corso di analisi reale. Se lo ami, è un buon segno che carichi in anticipo. In caso contrario, potresti usare la matematica, ma in realtà non ti piace essere un matematico (il che va bene e ci sono 1000 direzioni diverse da seguire per usare questa passione).

More Interesting

Qual è il resto quando [matematica] \ begin {vmatrix} 2014 ^ {2014} e 2015 ^ {2015} e 2016 ^ {2016} \\ 2017 ^ {2017} e 2018 ^ {2018} e 2019 ^ {2019} \ \ 2020 ^ {2020} & 2021 ^ {2021} & 2022 ^ {2022} \ end {vmatrix} [/ math] è diviso per 5?

I matematici sono sempre stati bravi in ​​matematica?

I voti determinano l'intelligenza?

Avere ADD ridurrà significativamente le mie possibilità di diventare un buon matematico e / o fisico?

Se sei un matematico e devi scegliere tra matematica o sesso per il resto della tua vita quale sarebbe? Perché?

Cosa pensano i matematici del recente articolo AMS di Piper Harron? I professori maschi bianchi con mandato devono dimettersi dalle loro posizioni?

Maturità matematica è un termine che i matematici usano per descrivere il tipo di saggezza e fiducia pratica che uno studente può ottenere solo con un'esposizione ripetuta ed eclettica a problemi e concetti in matematica. Come descriveresti la maturità della programmazione?

Quale matematica esisterebbe in un universo continuo?

Cosa pensano i matematici della mancanza di rigore che a volte accade nei calcoli della fisica? (ad es. il modo in cui la fisica affronta i differenziali)

Perché non esiste un premio Nobel per la matematica?

Perché i matematici non sono popolari come i fisici?

Come matematico, come consiglieresti tuo figlio e lo aiuteresti ad imparare, fare e vivere la matematica nel suo tempo libero mentre cresce?

Qualcuno di voi terribile in matematica cresceva ma finiva per diventare un fisico?

Vorresti persino vivere la vita di un poeta o un matematico?

C'è molta differenza tra il livello di conoscenza matematica di un ingegnere, un fisico e un matematico?